Da secoli il nord dell’India e le città del “Triangolo d’Oro con Madhya Pradesh” sono una fonte di attrazione per viaggiatori provenienti da tutto il mondo.

Leggi di più

Da secoli il nord dell’India e le città del “Triangolo d’Oro con Madhya Pradesh” sono una fonte di attrazione per viaggiatori provenienti da tutto il mondo.

Con i suoi profumi inebrianti, colori vivaci, odori speziati, sapori esotici, ogni luogo racchiude in sè fascino e mistero.

Questo viaggio è un invito a scoprire un Paese dalle forti emozioni, che dolcemente si sprigioneranno attorno a voi. Che cosa state aspettando? Partite alla volta del più affascinante dei paesi dell'Asia con questo tour e vacanza su misura in India.

Riepilogo di viaggio

  • Partenza Delhi
  • Conclusione Delhi
  • Paesi
    • India
  • Città
    • Delhi
    • Jaipur
    • Fatehpur Sikri
    • Jhansi
    • Orchha
    • Bhopal
    • Ujjain
    • Mandu
    • Omkareshwar
  • Tema Storia, arte e cultura
  • Tipologia viaggio Viaggio su misura
  • Sistemazione Standard
  • Volo Escluso
  • Guida Compresa
  • Il tour ha soddisfatto i nostri standard

Itinerario dettagliato

Apri tutto
  • 1
    Delhi
    Day 1-2

    All’arrivo incontro con la guida e trasferimento in hotel.
    Durante il pomeriggio visita della città: si inizia dalla Old Delhi, la parte storica, circondata da mura. Passando per il Forte Rosso, si può ammirare il più maestoso tra i monumenti dell’impero Moghul, il Jama Masjid (chiuso il venerdì), ovvero la più grande moschea dell’India. Costruita tra il 1644 e il 1658 durante l’impero di Shah Jahan, è un’imponente opera architettonica di mattoni rossi e marmo bianco che si estende per 40mt. in altezza, con 4 torri agli angoli e 3 ingressi. Sulle rive del fiume Yamuna, il Rajghat: luogo in cui venne cremato Mahatma Gandhi, seguito al suo assassinio nel 1948.

    Rientro in hotel e pernottamento.

    Località visitate:
    Sistemazioni proposte:
  • 2
    Delhi - Jaipur
    Day 3

    Dopo colazione si proseguirà la scoperta di New Delhi: la parte nuova ideata, progettata e costruita in uno stile maestoso dagli inglesi negli anni ’20 del XX secolo,  è una città dagli ampi viali alberati, parchi, giardini, grandiose residenze che ospitano il Parlamento, i ministeri, le ambasciate, la zona del Connaught Place, centro finanziario, commerciale e di business. L’India Gate, ovvero l’arco di trionfo, porta con sé i nomi di  diverse migliaia di indiani che persero la loro vita durante la Prima Guerra Mondiale. Di fronte si trova il Rashtrapati Bhavan, la residenza ufficiale del Presidente indiano, connubio perfetto tra stile architettonico occidentale e Mughal. Circondato da enormi parchi, la sua costruzione fu ultimata nel 1929. Il Qutub Minar, alta 73mt., è una torre con un diametro di 15mt. che va stringendosi fino a un minimo di 2mt. e mezzo. Si sviluppa su cinque piani, ognuno dei quali possiede un balcone sporgente. Il mausoleo di Humayun, eretto tra il 1564 e il 1572 da Haji Begum, la vedova del secondo imperatore Mughal. Dopo nove anni dalla morte di Humayun, ci vollero otto anni per ultimarne la costruzione. Disegnato dall’architetto persiano Misak Mirza Ghiyaz, dalla forma ottagonale rialzata, con due cupole, otto archi, circondato da una grande cinta muraria, il mausoleo è una struttura imponente.

    Nel pomeriggio partenza per Jaipur.

    All’arrivo sistemazione in hotel e pernottamento.

    Località visitate:
  • 3
    Jaipur
    Day 4

    Prima colazione in hotel.

    Escursione in auto al Forte Amber, a 11 chilometri da Jaipur. Salita a dorso d’elefante o in jeep. La Fortezza di Amber è un meraviglioso esempio di architettura Rajput. La magnifica vecchia cittadella, un labirinto di imponenti mura e torri, cela uno stupendo palazzo di marmo, intagliato e illuminato da un milione di minuscoli specchi che creano uno splendido gioco di luci. 

    Nel pomeriggio visita della città: l’Hawa Mahal, il famosissimo Palazzo dei Venti, costruito nel 1799. Si tratta di un meraviglioso edificio di 5 piani con una spettacolare facciata piramidale e con finestre che proseguono in un reticolo di pannelli, cupole e guglie. Si prosegue la visita con il Palazzo-Museo della città, situato nel cuore della città vecchia, e l’Osservatorio, un imponente fusione di arte tradizionale Rajasthani e Mughal. Il museo risplende della sua collezione di abiti di principi, di tappeti e di una sala di vecchie armi, di miniature rappresentanti scene di corte, di battaglie.

    Rientro in hotel e pernottamento.

    Località visitate:
  • 4
    Jaipur - Fatehpur Sikri - Agra
    Day 5

    Dopo colazione partenza per Agra.

    Durante il percorso sosta per la visita di Fatehpur Sikri, la straordinaria città fantasma edificata per diventare la capitale dell’impero Moghul, ma abitata solo per pochi anni. I preziosi resti in arenaria rossa, sopravvissuti a lunghi secoli di abbandono, e il particolare stile architettonico voluto dal sovrano che rispecchia il clima di sincretismo religioso sono richiamate nelle poderose strutture islamiche recano decorazioni indù ed elementi tipici della tradizione persiana.

    Nel pomeriggio arrivo ad Agra, sistemazione in hotel ed in seguito visita al più famoso monumento e probabilmente il più fotografato di tutto il mondo: il Taj Mahal (chiuso il venerdì). Taj Mahal significa "Palazzo della Corona" ed è di fatto, la più bella e meglio conservata tomba del mondo. La cupola è fatta di marmo bianco, ma la sua posizione vicino al fiume fa sì che un magico gioco di colori,  che cambiano più volte nell’arco della giornata, in particolare al tramonto, e nelle diverse stagioni, diano al Taj Mahal riflessi di colori che lo rendono unico ma sempre diverso. La costruzione del Taj Mahal iniziò nel 1631 e venne completata in 22 anni. Ventimila persone vennero impiegate per la sua costruzione, e fu disegnato dall'architetto iraniano Istad Usa. In seguito visita dell’imponente forte Mughal: costruito in  arenaria rossa, sulle sponde del fiume Yamuna,  la cui costruzione venne iniziata  dall’imperatore Akbar nel 1565 e fu successivamente arricchita. Le colossali doppie mura del forte auricolare si innalzano per oltre 20 m d'altezza e misurano 2,5 km di circonferenza. All'interno, un labirinto di superbi saloni, moschee, camere e giardini formano una piccola città nella città.

    Cena libera e pernottamento in hotel.

    Località visitate:
  • 5
    Agra - Jhansi - Khajuraho
    Day 6

    Dopo colazione trasferimento alla stazione per prendere il treno diretto a Jhansi.

    All’arrivo incontro con la guida e trasferimento via terra per Khajuraho.

    Sistemazione in hotel e pernottamento.

    Località visitate:
  • 6
    Khajuraho - Orchha
    Day 7

    Dopo la prima colazione visita dei Templi dell’Ovest, dell’Est e del Sud.
    I templi occidentali: Khndariya Mahadeo il più tipico tempio di Khajuraho e dedicato a Shiva; Chaunsat Yogini l’unico in granito e dedicato alla dea Kali; Chitragupt Temple: è il tempio dedicato al dio sole Surya ed è rivolto a Est verso il Sole Nascente; Vishwanath Temple: dedicato a Brahama; Lakshmana Temple: al cui ingresso è raffigurata la Trinità ( Brahama, Shiva, Vishnu con Lashmi, consorte di Vishnu). Infine Marangeswara Temple: anch’esso dedicato a Shiva e situato fuori dal perimetro dei Templi Occidentali.  I templi orientali furono fondati nel 9° e 10° secolo dalla Dinastia Candela e sono influenzati dal tantrismo. Il più grande dei templi orientali è il tempio Parsvanatha; segue poi il tempio Ghantai che contiene gli affreschi raffiguranti i 16 sogni della madre di Lord Mahavira al tempo della sua nascita. Tra gli altri il tempio Adinatha, il tempio di Brahma, il tempio Vanama e il tempio Javari.

    Dopo le visite trasferimento a Orchha e sistemazione in hotel.

    Nel pomeriggio visita di Orchha. Il capo Bundela, Raja Rudra Pratap, scelse un luogo facilmente difendibile per costruire la sua capitale. Situata su di un’isola del Fiume Betwa. In città sono presenti tre palazzi: il Jehangir Mahal che fu costruito da Bir Singh Deo. Esso fu costruito come regalo di benvenuto per l’imperatore Jehangir; il Sheesh Mahal (Palazzo degli Specchi) che fu costruito agli inizi del 18° secolo come reggia esclusiva del Raja, Udait Singh. Dopo l’indipendenza dell’India la proprietà fu ereditata dal Governo. Il basso e tozzo palazzo è situato tra il Raj Mahal e il Jehangir Mahal, in fondo ad un cortile aperto. Infine si visiterà l’ultimo palazzo: il Phool Bagh detto anche Giardino Fiorito è un luogo che non dimenticherete. Verranno visitati anche il tempio Ram Raja e il tempio Chaturbhuj.

    Pernottamento in hotel.

    Località visitate:
  • 7
    Orchha - Jhansi - Bhopal
    Day 8

    Dopo colazione trasferimento alla stazione per prendere il treno con destinazione Bhopal.

    All’arrivo incontro con la guida e sistemazione in hotel. Nel pomeriggio visita della città di Bhopal, un perfetto connubio tra tradizione e modernità, che è la capitale di Madhya Pradesh. Un amalgama di bellezza scenica, storia antica e modernità, è situata sui resti del Tempio Narayan Laxmi anche conosciuto come Birla Mandir.  Il tempio è situato a sud del Lago Inferiore sulle colline Arera. Vicino al tempio si trova un museo che ospita le sculture provenienti dai distretti di Raisen, Sehore, Mandsaur e Shahol. Le sculture di pietra raffigurano principalmente Shiva, Vishnu e i loro rispettivi consorti e incarnazioni. Si visiteranno poi lago superiore e inferiore che coprono un’area di 6 kmq; il Lago Superiore è separato dal Lago Inferiore da un ponte.

    E’ possibile noleggiare delle barche per delle eccitanti escursioni sul Lago Superiore. Adiacente al lago è presente lo zoo chiamato Van Vihar dove è possibile vedere tigri, leopardi, leoni, orsi e molti altri animali. Vicino al Lago Inferiore è possibile poi visitare l’acquario che ospita moltissime specie di pesci. Si visiterà poi la moschea di Moti Masjid costruita da Qusia Begum figlia di Sikander Jahan Begum nel 1860; la struttura è molto simile alla Jama Masjid di Delhi. La moschea è di piccole dimensioni e ha due minareti di color rosso scuro con punte dorate. Infine si andrà al Taj – Ul Masjid che è una delle più grandi moschee dell’India. La costruzione di questa moschea fu iniziata da Shah Jahan Begum durante il suo regno (1868-1901) ma non fu completata prima della sua morte. Fu solo con l’intervento del Governo indiano nel 1971 che la costruzione della moschea fu finalmente completata. Oggi la moschea viene utilizzata come scuola religiosa (Madarsa). 

    Pernottamento in hotel.

    Località visitate:
  • 8
    Bhopal - Sanchi - Udaygiri - Vidisha - Bhopal
    Day 9

    In mattinata escursione a Sanchi, alle Cave di Udaygiri e a Vidisha.

    Sanchi è una collina che con i suoi maestosi Stupa e Pilastri rappresenta la perfezione dell’arte buddista. Si potrà vedere lo Stupa N.01, la più antica struttura in pietra dell’India, con i suoi 36.5 mt di diametro e i 16.4 mt di altezza e la sua imponente cupola semisferica. Sono presenti 4 porte di accesso con gli Stupa 02 e 03 e il Pilastro Ashoka. Il Vihara buddista, la grande ciotola, ricavata da un blocco di pietra fu creata per contenere il cibo da distribuire ai monaci. Si visiterà inoltre il Tempio di Gupta e il museo. La seconda tappa dell’escursione sono le Cave di Udaigiri: 20 cave di pietra tutte ricavate nel periodo Gupta. La cava N.05 contiene una imponente rappresentazione di Vishnu consegnare la dea della Terra Prithvi al demone dell’acqua guardato da angeli e demoni. Ultima tappa della mattinata è Vidisha. Situata alla foce dei fiumi Betwa e Bes, a 10 km da Sanchi, occupa un importante posto tra le città dell’India. Nel 5 e 6 secolo AC è stata eretta per diventare un importante centro sotto le dinastie Sungas, Nagas, Satvahanas e Gupta. L’imperatore Ashoka fu il governatore di Vidisha. Passò poi sotto la dominazione dei Sultani Malwa, dei Mughals e dei Scindias. Anche la roccia Lohagi, il Gumbaz-ka-Maqbara e la moschea Bijamandal meritano una visita.  Vicino alle rovine si trovano i resti di capitelli decorati con foglie di palma. Nel Pilastro di Eliodoro si trova un’iscrizione che dimostra che si tratta di un Pilastro Garuda eretto in onore di Vasudeva.


    Nel tardo pomeriggio rientro in hotel e pernottamento.

    Località visitate:
  • 9
    Bhopal - Bhojpur - Bhimbetka - Bhopal
    Day 10

    Subito dopo colazione partenza per la visita di Bhimbetka e Bhojpur.

    Note per i loro dipinti preistorici, le grotte di Bhimbetka, sono situate a circa 46 km a sud di Bhopal. Si pensa abbiano dato riparo ai primi uomini primitivi. Al loro interno vi sono principalmente  dipinti che raffigurano la vita degli uomini preistorici. I dipinti più antichi risalgono a circa 12.000 anni fa.

    Nel pomeriggio si visiterà l’antica città di Bhojpur situata a circa 28 km a sud-est di Bhopal. La città è famosa per l’immenso  tempio di Bhojeshwar dedicato a Lord Shiva. Questo imponente tempio si affaccia su un grande lago ora prosciugato e che è ancora oggi uno dei migliori esempi dell’architettura dei secoli 11° e 13°.

    Nel tardo pomeriggio rientro in hotel e pernottamento.

    Località visitate:
  • 10
    Bhopal - Ujjain - Mandu
    Day 11

    Dopo colazione partenza alla volta di Mandu.

    Lungo il tragitto sosta per la visita di Ujjain. La città è oggi una delle 7 città sacre per gli Indù ed è tra i 12 santuari Jyotirlinga dell’India. La città ha molto da offrire sia dal punto di vista storico che religioso. Il Tempio di Mahakaleshwar è dedicato a Lord Shiva e è tra i 12 Jyotirlinga in India. Un altro luogo degno di nota è Bade Ganeshji Ka Mandir che si trova vicino al tempio di Mahakaleshwar. In seguito si visiterà l’Osservatorio che rende Ujjain un importante centro astronomico del paese. L’osservatorio fu costruito nel 17° secolo e dispone di un planetario e di un telescopio.

    Dopo la visita di Ujjain si proseguirà sulla strada per Mandu.

    All’arrivo sistemazione in hotel, tempo a disposizione, cena libera e pernottamento.

    Località visitate:
  • 11
    Mandu
    Day 12

    L’intera giornata sarà dedicata alla visita della città di Mandu, situata nello stato centrale di Madhya Pradesh.

    I luoghi di interesse da visitare a Mandu vengono suddivisi in 3 gruppi: il Gruppo Reale; il Gruppo del villaggio e il Gruppo Rewa Kund. Del gruppo reale fanno parte diverse strutture tra cui: il Jahaz Mahal (o Palazzo della nave) che è probabilmente il più famoso edificio di Mandu. La sua struttura simile ad una nave fu costruita da Ghiyas-ud-din, figlio di Mohammed Shah, per il suo Harem che, secondo la leggenda, contava 15.000 fanciulle. A est e ad ovest del palazzo ci sono due laghi che creano la perfetta illusione che si tratti di una nave di forma rettangolare. Il secondo edificio del gruppo è il Taveli Mahal situato a sud del Jahaz Mahal e che adesso ospita la galleria di antichità dello studio archeologico dell’India. Il terzo edificio è il Hindola Mahal (o palazzo ondeggiante) che da l’impressione che le sue mura oscillino. L’ultimo palazzo del gruppo è il Champa Baoli che un tempo era rifugio caldo con i suoi bagni.

    Il secondo gruppo, il Gruppo del Villaggio, è costituito dalla Jama Masjid una grande moschea costruita nel 1454 che domina il villaggio di Mandu ed è considerata il più bell’esempio di architettura afghana in India; la seconda costruzione del gruppo è la Tomba di Hoshang situata immediatamente dietro la mosche e ritenuta la più antica struttura di marmo dell’India. La tomba fu costruita nel 1435 e mostra influenze della cultura Hindu. La leggenda narra che Shahjahan mandò i suoi architetti a studiare questa struttura prima di costruire il Taj Mahal. L’ultima costruzione che si visiterà facente parte del secondo gruppo è l’Ashrafi Mahal originariamente costruito come madarsa (una scuola religiosa musulmana), ma in seguito trasformata nella tomba di Mohammed Shah. Oggi sono visibili solo le rovine.

    Il terzo gruppo è il Rewa Kund costituito da 2 edifici: il palazzo di Baz Bahadur, il leggendario re famoso per la sua storia d’amore con Rupmati. Fu l’ultimo re indipendente di Mawa. Il suo palazzo fu edificato nel 1509 accanto a Rewa Kund. L’edificio presenta un mix di stili Rajasthan e Mughal. L’ultimo edificio che si visiterà è il Padiglione Rupmati situato sul bordo estremo del Forte Mandu. E’ un edificio estremamente romantico, un luogo perfetto per il romanticismo da favola. Nonostante sia un luogo da sogno, la storia d’amore tra Baz Bahadur e Rupmati ebbe un tragico epilogo: si narra infatti che Akbar attaccò Mandu, Baz Bahandur fuggì e Rupmati si avvelenò.

    Dopo la visita della città rientro in hotel, cena libera e pernottamento.

    Località visitate:
  • 12
    Mandu - Omkareshwar - Maheshwar - Indore
    Day 13

    Dopo colazione partenza per Indore, lungo il tragitto visita di Omkareshwar e Maheshwar.

    Omkareshwar è un’isola sacra sul fiume Narmada a Madhya Pradesh. E’ situata nel punto d’incontro tra i fiumi Narmada e Kaveri, ed è suddivisa da nord a sud da una profonda gola. La sua forma ricorda il più sacro dei simboli Indù: “OM”. E’ uno dei più sacri luoghi Indù dell’intera India grazie alla presenza di un jyotirlingam, uno dei dodici dell’India. Si visiterà anche Shri Omkar Mandhata, un tempio situato alla foce del fiume Narmada. I suoi fregi sulla pietra sono esempio di un lavoro di grande precisione, anche il tetto in pietra del tempio è finemente intagliato e le sue verande con colonne decorate di cerchi, poligoni e quadrati  circondano il santuario. Il Tempio di Siddhnath è un esempio della prima architettura Braminica medievale. La sua caratteristica principale è un fregio di elefanti scolpiti su una lastra di pietra lungo tutto il perimetro esterno. Sono poi presenti 24 Avtars un gruppo di templi Indù e Jain, notevoli per la loro varietà architettonica.

    Dopo aver visitato Omkareshwar, si arriverà a Maheshwar. E’ stata la città gloriosa, agli albori della civiltà indiana, quando era Mahishmati, la capitale del regno Kartivarjun. Questa città, sulle sponde del fiume Narmada, trova menzione nei poemi epici di Ramayana e Mahabarata. Un enorme forte domina il paesaggio di Maheshwar. Il palazzo è stato trasformato in museo con i cimeli della dinastia Holkar. All’interno del complesso è poi presente anche una statua di Rani Ahilyabai seduto sul trono. Sono inoltre presenti molti templi degni di nota, tra i quali Kaleshwar, Raja Rajeshwara, Vithaleshwara e Ahileshwara. Tutti i templi presentano balconi e porte finemente decorati.

    Nel tardo pomeriggio arrivo a Indore, sistemazione in hotel, cena libera e pernottamento.

    Località visitate:
  • 13
    Indore - Delhi
    Day 14

    Prima colazione in hotel e giornata dedicata alla visita di Indore.

    La città è situata nella valle del fiume Narmada nella zona ovest di Madhya Pradesh. Si visiterà il Palazzo Rajawada, situato nella zona antica della città. Il vecchio palazzo si apre su una piazza del mercato quadrata all’incrocio del Khajuri Bazar. Seconda tappa della visita sarà il Palazzo Lal Bagh, costruito nel 1886. Si tratta a grandi linee di una riproduzione di Buckingham Palace. I suoi giardini curati danno la sensazione di essere in una antica Corte inglese.

    Dopo la visita trasferimento all’aeroporto di Indore per imbarcarsi sul volo per Delhi.

    All’arrivo sistemazione in hotel e pernottamento.

    Località visitate:
    Sistemazioni proposte:
  • 14
    Delhi
    Day 15

    Il tour è concluso, dopo la prima colazione la giornata è libera in funzione del trasferimento all'aeroporto.

    Località visitate:
  • Prezzo e condizioni

    La quota comprende

    • Colazioni
    • ​Trasporto con mezzo esclusivo dotato di aria condizionata
    • Tutti i costi di trasporto, parcheggi e tasse
    • Assistenza in tutti i punti di arrivo e di partenza
    • Tutte le altre spese e le attività specificate
    • Cena indiana a Jaipur
    • Cena in ristorante tipico a Jaipur
    • Tour in elefante a Jaipur
    • Treno da Agra a Khajuraho
    • Volo da Indore a Delhi in Economy Class
    La quota non comprende
    • Mance
    • Extra
    • Voli internazionali
    • Tutto ciò che non è incluso in "La quota comprende" e o le opzioni aggiuntive ed i servizi obbligatori