La geografia del Messico

I confini e il territorio

Il Messico confina a nord con gli Stati Uniti d’America, a sud con Guatemala e Belize. Le sue coste si estendono per 10.000 km e includono il Golfo del Messico e il Mar dei Caraibi a est e l’Oceano Pacifico a ovest.
Gran parte del territorio è montuoso ad eccezione della penisola dello Yucatan e delle coste del Golfo del Messico. Alcune catene montuose superano i 4.000 e 5.000 metri come ad esempio la cima del Citlaltépletl (Pico de Orizaba) che arriva fino a 5.700 metri. Le due principali catene montuose sono la Sierra Madre Occidentale e Orientale, tra le quali si estende l'altopiano Centrale del Messico dove sorge la capitale Città del Messico.

Il Rio Bravo è uno dei tanti fiumi che attraversano questo paese, in questo caso il fiume traccia il confine con gli Stati Uniti.

Le isole

Tra Oceano Atlantico e Pacifico ci sono numerose isole.
Tra le più famose sicuramente c’è la Isla Mujeres situata di fronte a Cancun, Cozumel, Isla Contoy, l’Isola di Tiburón e Holbox. Oltre a queste ricordiamo le isole Revillagigedo, le isole Marías, le isole Guadalupe e Isla del Carmen. Insieme, le isole del Messico raggiungono una superficie totale di oltre 5.000 km².

Fusi orari

A causa della sua grande estensione, il Messico copre in totale tre fusi orari differenti.

  • La Central Time Zone (CTS) comprende gli stati di: Città del Messico, Cancun, Yucatan, Chiapas, e gli altri stati messicani a sud di Chihuahua ed è a -6 ore da UTC/GMT;
  • La Mountain Time Zone (MST) comprende gli stati di: Bassa California Sud, Chihuahua, Nayarit, Sinaloa e Sonora e si trovano a -7 ore da UTC/GMT;
  • La Pacific Time Zone (PST) comprende solo la Bassa California Nord che si trova a -8 ore da UTC/GMT;