Il Triangolo d'Oro classico è un viaggio per scoprire ed apprezzare tutto il ricco patrimonio culturale dell’India del Nord, con i suoi colori, suoni, odori, sapori e incredibili contrasti.
Partendo da Delhi, capitale cosmopolita dal ricco passato, proseguendo per Jaipur, città rosa con i suoi stupendi palazzi reali, ed infine arrivando ad Agra, arte pura con il suo celebre monumento all’amore, il Taj Mahal.

Leggi di più

Il Triangolo d'Oro classico è un viaggio per scoprire ed apprezzare tutto il ricco patrimonio culturale dell’India del Nord, con i suoi colori, suoni, odori, sapori e incredibili contrasti.
Partendo da Delhi, capitale cosmopolita dal ricco passato, proseguendo per Jaipur, città rosa con i suoi stupendi palazzi reali, ed infine arrivando ad Agra, arte pura con il suo celebre monumento all’amore, il Taj Mahal.

In pochi giorni si potrà assaporare l’essenza autentica di questo Paese, sprigionato da queste affascinanti tre città. Che cosa state aspettando? Partite per questa vacanza e tour su misura alla scoperta del più affascinante tra i paesi dell'Asia!

Questo tour può essere organizzato anche per viaggiatori singoli (a partire da €597).

Di seguito, alcune informazioni utili per prepararsi ad un viaggio nel Triangolo d’Oro dell’India.

Triangolo d’Oro: dove si trova

Il cosiddetto “Triangolo d’Oro” dell’India è una zona che comprende le famose città di Delhi, Jaipur e Agra, situate nel nord dell’India, spesso proposta nei tour turistici. Viene così chiamata perché comprende alcune delle città con un patrimonio culturale apprezzato in tutto il mondo, e perché, unendo con una linea le tre città, si crea la forma di un triangolo.

 

Quando andare in India nel Triangolo d’Oro

Il periodo più consigliato per un tour del Triangolo d’Oro sono i periodi di ottobre e febbraio/marzo. Questo permette di evitare il periodo di punta amato dai turisti italiani, ovvero da fine dicembre a inizio gennaio, quando i costi sono molto alti e le temperature miti.

Le città del Triangolo d’Oro: Delhi, Agra e Jaipur

Il Triangolo d’Oro è composto da tre città: Delhi, Agra e Jaipur.

Delhi è la capitale dell’India, ed è la città più popolosa del paese. Sorge sul fiume Yamuna, ed è stata in passato la capitale di molti imperi indiani. Dopo il controllo inglese, fu ribattezzata Nuova Delhi e riconquistò il suo posto come capitale dell’India. I monumenti di Qutb Minar e la tomba di Humayun sono stati dichiarati Patrimonio Storico dell’Umanità Unesco.

Agra è capoluogo dell’omonimo distretto dello stato dell’Uttar Pradesh, e sorge anch’essa sul fiume Yamuna. Fu la capitale dell’Impero Moghul per due secoli. È conosciuta in tutto il mondo per il Taj Mahal, un grande monumento funerario in marmo bianco.

Jaipur è capoluogo dell’omonimo distretto nello stato del Rajasthan, ed è stata fondata nel 1728 dal Maharaja Sawai Jai Singh II. Viene anche chiamata “città rosa” per via del colore delle sue case, colorate in occasione della visita del principe Albert del Galles: ancora molte di queste abitazioni mantengono il loro colore. Anche Jaipur ospita dei monumenti Patrimonio dell’Umanità Unesco: il Jantar Mantar, il Palazzo dei Venti e il Forte Amer.

Cosa vedere nel Triangolo d’Oro

Il Triangolo d’Oro è ricchissimo di splendidi palazzi, paesaggi mozzafiato ed è la culla della cultura indiana settentrionale.
La capitale Delhi è una metropoli enorme e caotica, con forti radici nella cultura tradizionale indiana. A Delhi potrete ammirare il Forte Rosso, un edificio del diciassettesimo secolo dall’architettura meravigliosa. Altri punti di interesse sono la splendida moschea di Jama Masjid e il Qutb Minar, il più alto minareto di mattoni del mondo. Attraversare la parte antica della città, poi, sarà un’esperienza unica, tra vecchi bazar e strade affollate di locali.

L’affascinante Agra è casa del famosissimo Taj Mahal, un mausoleo che l’imperatore Shah Jahan fece costruire in memoria della moglie Arjumand Banu Begum (conosciuta come Mumtaz Mahal), morta di parto. La sua inconfondibile facciata di marmo bianco è un sogno architettonico amato da turisti di tutto il mondo.
Non si può perdere Fatehpur Sikri, anche chiamata “città fantasma”. Fu costruita dall’imperatore Akbar nel 1570, ma non fu mai veramente abitata dalla corte reale. La sua cittadella è un esempio classico di città murata di stile moghul.

Infine, la città rosa di Jaipur è ricca di palazzi reali, che hanno lasciato la loro traccia indelebile sul territorio.
Nel Forte Amber, che sorge sulla collina di Cheel ka Teela, potrete ammirare uno splendido palazzo a quattro piani, ornato da decorazioni in stile indù.
L’Hawa Mahal, invece, era la dimora delle donne della famiglia reale, costruito nel 1799. Grazie alla sua struttura particolare, principesse e nobili potevano osservare le attività della strada sottostante senza essere viste.
Anche il Jaipur City Palace è uno splendido esempio di architettura dei maharaja.

Come vestirsi nel Triangolo d’Oro in India

Anche se situate nella zona settentrionale dell’India, le città del Triangolo d’Oro presentano un clima solitamente caldo e arido, con una media di 25°C.
È consigliabile vestirsi in modo comodo ma modesto, per adattarsi meglio alla cultura indiana che tende ad essere conservatrice, soprattutto per quanto riguarda l’abbigliamento femminile.
Se avete intenzione di uscire dalla città, ricordatevi di portare vestiti che coprano braccia e gambe (almeno fino al ginocchio), per rispetto delle culture locali. Tenete sempre le spalle coperte; facoltativo per le donne è indossare una sciarpina colorata per coprire appena il capo.
Raccomandiamo anche un paio di scarpe da trekking comode per far fronte alle lunghe camminate.

Costo della vita in India

Il costo della vita in India è molto basso, e il Triangolo d’Oro non fa eccezione.
Il tipico street food indiano costa pochissimo, anche se è considerato poco “sicuro” per gli stomaci occidentali.
Mangiare in un ristorante indiano, invece, è di solito più sicuro e costa comunque poco. L’unica eccezione sono gli alcolici, che hanno prezzi più sostenuti.
Anche fare shopping di solito è economico, ed è uso contrattare sul prezzo. Considerate che i locali tenderanno ad alzare i prezzi se vi individuano come turisti occidentali. Se volete puntare marche più internazionali, è possibile acquistare vestiti di marche come Zara o H&M nei centri commerciali a prezzi più alti.
È possibile vivere anche con un budget molto piccolo, ma è necessario sacrificare elementi come l’igiene e la comodità.

Moneta e cambio in India

La moneta ufficiale dell’India è la rupia indiana (1 euro=78 rupie circa). È necessario conservare i borderò di cambio, per poter riconvertire le rupie in valute estere.
Molti grandi hotel, aeroporti e negozi accettano carte di credito.

Cosa mangiare nel Triangolo d’Oro in India

La cucina indiana è molto variegata, e cambia non solo da regione a regione, ma anche nelle diverse province.
La tipica cucina indiana del nord è basata su molte salse e spezie con abbondanza di verdure, riso, legumi, burro e yogurt.
È una cucina ideale per i vegetariani, essendo molto influenzata dalle religioni buddhista e giainista. Ciò non vuol dire che le carni manchino, anzi: c’è un variegato uso di pollo, montone e pesce.
Attenzione a chi ha paura del piccante, perché c’è un abbondante uso di peperoncino, oltre che di menta e zafferano.
Alcuni piatti tipici sono Aloo Tikki (polpette di verdure), il Naan (pane cotto nel forno tandoori e spesso abbinato a formaggio o burro chiarificato), e il Dal (zuppa di lenticchie molto saporita).
Per chi non si sentisse a suo agio con la tipica cucina locale, nelle grandi città è facile trovare catene di fast food internazionali.

Questo tour può essere organizzato anche per viaggiatori singoli a partire da €597.

Dove mangiare: migliori ristoranti nel Triangolo d’Oro

Quali sono i ristoranti migliori per provare il cibo tipico durante il vostro tour?
A Delhi, segnaliamo il Thyme (Lobby Level Samalkha, Nuova Delhi), che offre sia cucina indiana che internazionale. Il ristorante fa parte del The Umrao Hotel. Il ristorante è di fascia medio-alta, in uno splendido contesto architettonico.
Il ristorante AnnaMaya (Aerocity 1 Asset No) è una squisita tappa per chi vorrebbe mangiare cibo di qualità passando dall’aeroporto di Delhi. Il ristorante fa parte di un hotel, ma è aperto a clienti esterni, e offre cibo tipico indiano, oltre che colazioni, brunch e cocktail.
Per tutte le tasche è invece il Krishna Roof Top Cafe (659 Top Floor Main Bazar Road, 6 Toti Chowk Chuna Mandi Paharganj), con cibo tipico e vista dalla terrazza sulla caotica Main Bazar.

Ad Agra vi consigliamo Taj Terrace (hotel Taj Resorts, vicino Shilpgram), che offre cucina indiana e asiatica ad ottimi prezzi.
Peshawri (Tajganj, ITC Mughal) è un ristorante raffinato con piatti tipici del nord dell’India.

A Jaipur provate il ristorante Baluchi (2B & 2C, Jagatpura Station Road), con una cucina di alta qualità con un buon rapporto qualità-prezzo. Il ristorante, che si presenta come pan-indiano, offre curry e carni marinate con spezie.
Per un pasto più economico consigliamo il Jal Mahal Restaurant (Nagar Nigam colony 3/30, Jal Mahal Amer Road), che propone cibo simile fast food, con influenze cinesi e indiane.

Documenti, vaccinazioni e visti

Per accedere al paese è necessario un passaporto con validità residua di almeno sei mesi dal momento dell’arrivo e due pagine bianche.
Inoltre, è necessario un visto, con la possibilità di avvalersi di un eVisa in caso di soggiorni brevi (fino a 60 giorni).
Raccomandiamo di rivolgersi alla propria ASL di competenza per vaccinazioni di routine per l’India (quelle consigliate di solito sono le vaccinazioni contro difterite, epatite A e B, tifo, tubercolosi, polio, tetano. Per chi viaggia durante l’estate o viaggia in zone rurali anche contro la meningite).

Curiosità

Il complesso di Jantar Mantar di Jaipur rappresenta un particolare esempio di astronomia antica: possiede la meridiana più grande del mondo e una raccolta di 19 strumenti astronomici per prevedere i movimenti del sole, della luna e delle stelle.
Nel Rajasthan, stato del Jaipur, è molto facile trovare elefanti colorati, una tradizione degli abitanti legata ad usanze religiose.
Il Taj Mahal ad Agra è stato “venduto” da un truffatore indiano che è riuscito ad evadere di prigione per otto volte, per poi sparire nel 1996.

10 motivi per visitare il Triangolo d’Oro

  1. La cultura: il Triangolo d’Oro è la culla della cultura indiana del nord, dai grandi imperi moghul, ai palazzi dei maharaja, fino ai templi induisti e buddhisti ricchi di sculture di splendida manifattura.
  2. Il cibo: la cucina del nord è talmente variegata e saporita da riuscire ad accontentare qualsiasi palato. È inoltre il paradiso dei vegetariani, grazie alle influenze religiose che hanno contribuito a creare un enorme numero di piatti veg per tutti i gusti.
  3. La storia: conoscere la storia di Delhi, Agra e Jaipur è fare un tuffo nella storia indiana. Attraverso i monumenti di ieri e le strade di oggi si possono imparare le tappe di una storia lunga e a tratti tormentata di un paese vitale e sempre in crescita.
  4. La popolazione locale: gli indiani sono persone generose, curiose e raramente si tirano indietro davanti a una chiacchierata con uno straniero. Chiedete con gentilezza di scattare una foto a quella elegante signora in sari, ma preparatevi ad essere fotografati a vostra volta.
  5. La spiritualità: l’India possiede templi e chiese di moltissime religioni. Anche se la maggior parte della popolazione è di religione induista, non mancano buddhisti, musulmani, cristiani e rappresentanti di innumerevoli religioni minori e perfino sette.
  6. Le strade: fatevi travolgere dai rumori, gli odori e i profumi delle strade indiane. Sono affollatissime e piene di vita, ricche di bazar tipici e di negozietti in cui contrattare è la regola.
  7. La letteratura: il Zee Jaipur Literature Festival (JLF) è un festival degli autori più ampio al mondo, che rende Jaipur la capitale mondiale della letteratura per cinque giorni.
  8. La natura: viaggiare tra le città vi darà un assaggio della natura selvaggia e affascinante dell’India del Nord. Basta uscire di poco dai centri abitati, e un mondo di flora e fauna locale vi stupirà.
  9. Le tradizioni: fare un tour in India è anche farsi coinvolgere nelle tradizioni locali. Scoprire gli usi, come l’abitudine di togliersi le scarpe prima di entrare in un tempio, o quello di mangiare con la mano (la destra) sono solo alcune delle usanze che scoprirete viaggiando in India.
  10. Le emozioni: un viaggio nel Triangolo d’Oro è un primo, prezioso assaggio di ciò che rappresenta l’India. Rimarrete incantati dalle sue bellezze architettoniche e dalla varietà di cibo, tradizioni e usanze religiose.

 

Preparate la valigia per un’emozionante tour nel Triangolo d’Oro dell’India!

Manish
Viaggio proposto da Manish Lingue parlate: Italiano, Inglese Esperto di viaggi in India

Riepilogo di viaggio

  • Tipologia viaggio Partenza di gruppo
  • Partenza Delhi
  • Conclusione Delhi
  • Paesi
    • India
  • Città
    • Delhi
    • Agra
    • Jaipur
  • Tema Storia, arte e cultura
  • Sistemazione Standard
  • Volo Escluso
  • Guida Compresa
  • Il tour ha soddisfatto i nostri standard

Itinerario dettagliato

Apri tutto
  • 1
    Delhi
    Day 1-2 Trasferimento in auto

    Incontro con la guida e trasferimento in hotel.

    Durante il pomeriggio visita della città: si inizia dalla Old Delhi, la parte storica, circondata da mura di cinta. Passando per il Forte Rosso, si può ammirare il più maestoso tra i monumenti dell’impero Moghul, il Jama Masjid (chiuso il venerdì), ovvero la più grande moschea dell’India. Costruita tra il 1644 e il 1658 durante l’impero di Shah Jahan, è un’imponente opera architettonica di mattoni rossi e marmo bianco che si estende per 40mt. in altezza, con 4 torri agli angoli e 3 ingressi. Sulle rive del fiume Yamuna si potrà anche visitare il Rajghat: luogo in cui venne cremato Mahatma Gandhi, seguito al suo assassinio nel 1948.

    Dopo la visita della parte antica si proseguirà con New Delhi: la parte nuova ideata, progettata e costruita in uno stile maestoso dagli inglesi negli anni ’20 del XX secolo, una città dagli ampi viali alberati, parchi, giardini, grandiose residenze che ospitano il Parlamento, i ministeri, le ambasciate, la zona del Connaught Place, centro finanziario, commerciale e di business. L’India Gate, ovvero l’arco di trionfo, porta con sé i nomi di  diverse migliaia di indiani che persero la loro vita durante la Prima Guerra Mondiale. Di fronte ad esso si trova il Rashtrapati Bhavan, la residenza ufficiale del Presidente indiano, connubio perfetto tra stile architettonico occidentale e Mughal. Circondato da enormi parchi, la sua costruzione fu ultimata nel 1929. Il Qutub Minar, alta 73mt., è una torre con un diametro di 15mt. che va stringendosi fino a un minimo di 2mt. e mezzo. Si sviluppa su cinque piani, ognuno dei quali possiede un balcone sporgente. Il mausoleo di Humayun, eretto tra il 1564 e il 1572 da Haji Begum, la vedova del secondo imperatore Mughal. Dopo nove anni dalla morte di Humayun, ci vollero otto anni per ultimarne la costruzione. Disegnato dall’architetto persiano Misak Mirza Ghiyaz, dalla forma ottagonale rialzata, con due cupole, otto archi, circondato da una grande cinta muraria, il mausoleo è una struttura imponente.

    Al termine rientro in hotel e pernottamento.

    Nota: il tour inizia alle 9. Si raccomanda di pianificare il volo di conseguenza.

    Località visitate:
    • Delhi
  • 2
    Delhi - Agra (200 km - 4 ore circa, soste escluse)
    Day 3 Trasferimento in auto

    Dopo colazione viaggio per Agra, con sosta per visitare Mathura. Arrivo ad Agra e sistemazione in hotel. Dopo essere rinfrescati, visita al Taj Mahal e al forte di Agra. Pernottamento in hotel. Il Taj Mahal è chiuso al venerdì.

    Inclusioni: Alloggio, colazione, trasporto, guida, ingressi ai monumenti.
    Attività principali: Taj Mahal e Forte di Agra.
    Hotel: Maple Grand / Tajvilas (standard), Crystal Sarovar/ Radisson (deluxe), Marriott /Trident (superior).

    Località visitate:
    • Delhi
    • Agra
  • 3
    Agra - Fatehpur Sikri - Abhaneri - Jaipur (260 KM - 5 ore, soste escluse)
    Day 4 Trasferimento in auto

    Trasferimento a Jaipur, lungo la strada fermata alla città fantasma di Fatehpur Sikri, una città di arenaria rossa costruita dall'imperatore Akbar e abbandonata dopo solo 12 anni. 

    La cittadella mantiene intatto il suo fascino medioevale.  

    Seconda tappa a Abhaneri per visitare il palazzo a pozzo con la sua forma unica. Arrivo e check-in a Jaipur. 

    Servizi inclusi: pernottamento, colazione, trasferimenti, guide

    Highlights: Fatehpur Sikri, Abhaneri.

    Hotels: Standard: Surya Villa, Vimal Heritage o simile, Deluxe 4*: Sarovar Premier / Lemon Treeo simile, Superior 5*: Marriot / Trident o simile

    Località visitate:
    • Agra
    • Jaipur
  • 4
    Jaipur
    Day 5 Trasferimento in auto

    Alla mattina escursione ad Amber per la visita del forte di Man Singh, splendido esempio di architettura Rajput. Il forte, costruito in posizione dominante su una collina, un tempo era residenza dei maragià di Jaipur. Sosta per foto all'Hawa Mahal.

    In seguito, visita al City Palace, complesso di palazzi con appartamenti privati dei maragià.

    Adiacente al palazzo si trova l'osservatorio astronomico di Jai Singh, meraviglia risalente al 17esimo secolo, con attrezzi sofisticati per il calcolo delle eclissi e per l'individuazione della posizione delle stelle.

    Tempo libero per esplorare i mercati: Jaipur è famosa per i tessuti e le gemme.

    Rientro in hotel e pernottamento.

    Servizi inclusi: Alloggio, colazione, trasporto, guida, ingressi.

    Highlights: Forte di Amer, City Palace, Jantar Mantar.

    Hotels: Surya Villa /Vimal Heritage (standard), Sarovar Premier /Lemon Tree (deluxe), Marriott /Trident (superior).

     

    Località visitate:
    • Jaipur
  • 5
    Jaipur - Samode - Delhi (260 km - 5.30 ore soste escluse)
    Day 6

    Viaggio verso Delhi. Sosta per la visita del meraviglioso Palazzo Samode, situato tra le colline.

    A seguire, pranzo al Samode.

    Si prosegue verso Delhi. All'arrivo sarete lasciati in aeroporto o in un'altra località a scelta.

    Servizi inclusi: Colazione, trasporto, pranzo al palazzo Samode, ingressi.

    Highlights: Potrete godervi il panorama rurale dal finestrino, palazzo Samode.

    Verrete lasciati in aeroporto o in un'altra località a vostra scelta intorno alle 18. Si prega di pianificare i voli di conseguenza.

    Località visitate:
    • Jaipur
    • Delhi
  • Prezzo e condizioni

    La quota comprende
    • Sistemazione negli hotel selezionati in base al trattamento bed & breakfast
    • Assistenza locale da parte del personale del partner parlante inglese
    • Una cena omaggio (in famiglia o al ristorante, a vostra scelta)
    • Veicolo con aria condizionata e autista per tutta la durata del tour
    • Guida locale parlante inglese o italiano per le visite. Per gruppi di oltre 6 persone, è previsto anche un accompagnatore.
    • Ingressi ai musei, siti archeologici e parchi. Consentita una sola visita per ciascun monumento.
    • Pranzo al Palazzo Samode
    • Giro in risciò nella vecchia Delhi
    • Giro in elefante a Jaipur
    • Un souvenir omaggio
    • 2 bottoglie d'acqua a persona al giorno
    • Kit da viaggio con documentazione
    • Tasse locali
    La quota non comprende
    • Mance
    • Extra
    • Voli internazionali e assicurazioni (il partner locale può provvedere su richiesta)
    • Visto per l'India (il partner locale può fornire assistenza)
    • Eventuali permessi per fotografie e video (da pagare sul posto)
    • Tutto ciò che non è incluso in "La quota comprende" e o le opzioni aggiuntive ed i servizi obbligatori